Estensione del liceo Louise Michel
-0-
-1-
-2-
-3-
-4-
-5-
-6-
Titolo Progetto
Estensione del liceo Louise Michel

Descrizione progetto
Nuovo edificio per 10 classe e spazi di vita scolastica
Concorso ristretto

Luogo
Avenue Jean Jaurès, Bobigny (Francia)

Committente
Regione Ile de France

Equipe di progetto
Architettura – Appaltatore fino al 2016: Offscape s.a.s. nella persona del suo socio Francesco Marinelli ed il team della società 
Strutture, impianti: Cet Ingegnerie
Paesaggio: Après La Pluie

Incarico
Progetto preliminare

Cronologia
2015

Dati progetto
Superficie
1.500 mq

Budget
3.542.632 €

Il liceo Louise Michel si inserisce in un contesto urbano in rapida evoluzione caratterizzato dalle operazioni della ZAC Centre-Ville, del polo Pablo Picasso e della ZAC Ecocités.
Il giardino diventa il luogo centrale del liceo destinato agli studenti, ai professori e ai visitatori esterni. Nel cuore del giardino si trova il nuovo edificio dell’estensione del liceo. La sua composizione si basa sulla sovrapposizione di due volumi:
- Al piano terra, un diaframma vetrato, trasparente, la cui sagoma è ridotta al minimo per lasciare spazio al giardino, alla vegetazione e che diventa lui-stesso una parte di questo sistema di spazi liberi. Qui si ritrovano essenzialmente le funzioni collettive del programma (accoglienza, vita scolastica, caffetteria, sala polivalente…).
- Al primo livello, un volume puro, avvolto in una pelle traslucida dove si trovano le aule. Gli alunni, durante le lezioni, possono godere di questo nuovo orizzonte visivo fatto di natura e verde.
Lo spazio interno del piano terra è pensato per essere fluido e flessibile. Consente diversi gradi di separazione tra le varie attività: completamente isolate fisicamente e acusticamente; aperte una verso l’altra  per creare una continuità fisica e visiva.
Al primo piano, più isolati e protetti, si trovano gli spazi per l’insegnamento. Delle grandi aperture orizzontali consentono di ricevere una luce uniforme e una continuità visiva con l’esterno. Una pelle esterna fatta di sottili barre in acrilico protegge l’apertura vetrata dai raggi solari e diffonde la luce all’interno delle aule in maniera omogenea. 
Il volume delle aule è sospeso sopra il giardino, diventando un punto di riferimento per il quartiere sia di giorno che di notte, esaltando il ruolo sociale e urbano dell’istituzione.